lunedì 27 maggio 2013

The dream

Il mio sogno è svernare a Phuket, facendo pugnett e leggendo Beckett.
Tutto il resto è noia. La vita da nichilista si trasformerebbe in una poesia post-moderna, tipo "M'illumino d'immenso". Prenderebbe tutto più sapore, manderesti a fottio donne che odi, anti empatiche, uomini trasformati in dottori che a ogni sbandata ti dicono: tranquillo, calmo, vai così, prendi la pillolina. Ragazze che abitano con te per qualche anno, le odi, e poi le vorresti nel viaggio per sfidarle nei confronti. Gatte di un mese e mezzo che ami ma che sono più gasate di una tailandese profumata. E ti penti di lasciarle a uomini schifosi. Poi libri, che non dico, ma sicuramente di uomini, e dischi anni '80, perché è là che sei fermo.
Arrivo Phuket e, come disse il Poeta ora sfiatato, a culo tutto il resto!